La pasta fresca veniva fatta in casa dalle nostre nonne e bisnonne. È una tradizione, che oggi in molti stanno recuperando.
La nostra Personal Chef Paola Ciambruschini ti accompagnerà, passo a passo, alla scoperta di una nostra lezione.

Prima di mettere le mani in pasta

Indosso il mio grembiule da lavoro. Sistemo sul mio piano di lavoro tutti gli utensili che mi serviranno:

  • spianatoia o tavola di legno
  • mattarello
  • una forchetta
  • il tarocco, rotelle e stampini per i ravioli
  • una bilancia
  • ciotole per pesare gli ingredienti
  • una bilancia

Ora sono pronta per farti conoscere la nostra Cooking Class sulla pasta fresca.

Pasta fresca

Gli ingredienti

Per fare la pasta fresca servono due ingredienti: farina e uova. Sono all’apparenza semplici, invece richiedono una grande attenzione nella scelta.

  • La farina: scoprirai che le farine non sono tutte uguali. Alcune sono adatte per fare la pasta e altre no. Inoltre puoi fare dei blend di farine in base al tuo gusto personale e al risultato che vuoi ottenere.
  • Le uova: ti svelo un segreto, si pesano per fare una pasta fresca perfetta. Hanno pesi diversi. Il colore del tuorlo cambia a seconda del tipo di allevamento e di alimentazione delle galline e modifica anche il colore della pasta.

Mani in pasta

Fare la pasta è una storia fatta di forme, tempi, pazienza e manualità. Per me è una pausa dal correre quotidiano.
Mi piace versare la farina sul tagliere, e con le dita creare una fontana con un buco in mezzo. Rompere le uova e sentire il rumore del guscio che si spezza.
La pasta è fatta di colori: il bianco della farina, il giallo delle uova.

L’impasto

Piano piano si unisce la farina alle uova con una forchetta, dai lati verso l’interno. Poi si incomincia impastare con le mani. L’impasto della pasta, compatto e elastico si forma piano, piano.
Poi c’è il tempo del riposo.

Le salse e le farcie

Mentre l’impasto riposa al fresco e coperto, si pulisce il tavolo da lavoro e si mettono a cuocere le salse. Serviranno per condire la pasta. Si prepara la farcia della pasta ripiena, ricotta e spinaci per esempio.
Una bella salsa amatriciana per le tagliatelle o una cacio e pepe per i ravioli. Ti piace l’idea?

Il mattarello

Ora  è il tempo di “sfogliare” con il mattarello.
L’impasto con pazienza e un po’ di abilità si trasforma in una sfoglia bella e tondenggiande. All’inizio sarà un po’ irregolare. Ci vuole tempo per acquisire manualità, ma non tantissimo. Ci sono piccoli trucchi da utilizzare.
Si stende la pasta, e si preparano I diversi formati: le fettuccine o i ravioli.
Nel frattempo si mettono sul fuoco due pile di acqua per la pasta: una per le fettuccine e una per la pasta fresca ripiena.

“Cala la pasta”

L’acqua bolle, il sale è stato messo, I formati di pasta sono pronti. Quindi è il momento di “calare la pasta”.
La pasta cotta, viene scolata e condita. E ora il momento più atteso: l’assaggio,  accompagnato da un buon bicchiere di vino!

Vuoi saperne di più? Clicca qui: cooking class!

Ringraziamo Raffaella Midiri, una giovane e bravissima fotografa professionista che ha trascorso un pomeriggio con con noi per cogliere i segreti delle nostre cooking classes. Vi lasciamo con queste parole, belle e inaspettate che ha scritto per noi:
“Aver scattato per loro, in occasione di una lezione sulla pasta fresca, è stata una delle esperienze più gradevoli che mi sia capitata sul lavoro. Hanno dato vita a una lezione intensa, fatta davvero di mani in pasta, aneddoti curiosi, spunti creativi, consigli e insegnamenti dati con grande competenza, ma anche con un sorriso e tanta cortesia, anche per chi aveva poca dimestichezza in cucina. Hanno creato un bel gruppo di lavoro con cura certosina, guidando tutti ad uno splendido risultato finale: tagliatelle e ravioli da gustare in primis con gli occhi e poi con il palato. Fotografare una loro lezione è stato un grande piacere e, lo confesso, ho preso appunti anche io, fra uno scatto e l’altro!”

Raffaella Midiri. Classe 1977, siciliana di nascita, romana di adozione, fotografa di professione. Il suo lavoro spazia dal fotogiornalismo, per agenzie (Primapress, Luz PhotoAgency, Infophoto) e riviste (100 Decibel, Sul Palco, The Lunch Girls), a matrimoni e cerimonie, spesso in collaborazione con Wedding Planner romani. Ama il rock’n’roll, i viaggi intorno al mondo, i gatti, l’arte e il cibo da cucinare, da mangiare, da condividere con gli amici e da fotografare! La Food Photography è la sua passione. Fotografa per il Taste of Roma, per Eataly e per altri eventi nella Capitale. Tra le sue mostre fotografiche personali e collettive, menzione speciale va “Food in Progress” presso Eataly Roma, nel 2014.